dimanche 1 juillet 2018

Qualcosa però deve essere

Recentemente un collega ha regalato alla figlia un coniglietto nano, per compensarla della promozione. L'entusiasmo è durato circa una settimana e già alla seguente la fanciulla s'era stufata dell'animaletto e i genitori lamentavano di dover provvedere alla logistica in sua vece, scomodando nonni e parenti vari per la collocazione estiva.

Non ho potuto fare a meno di chiedergli se prima dell'acquisto avesse pensato alle incombenze, anche minime, che comporta avere un animale vivo in casa, ed i conseguenti inconvenienti, tipo la puzza di piscio e la quantità di cose che riescono a rosicchiare quando sono lasciati liberi. Inutile dire che NO, non ci aveva pensato.

Acquisto ossessivo compulsivo?

A risolvere la questione ci ha pensato l'animale stesso, che non li puoi lasciare liberi come fossero dei peluches.

Ps: cosa ci insegna questa storiella? 
Che le persone spessissimo non valutano le conseguenze delle loro decisioni e azioni, ma anche chiudere la portafinestra del balcone quando in casa c'è un coniglio nano che salta è un'ottima cosa da fare.

10 commentaires:

  1. il famosissimo coniglio nano volante....

    RépondreSupprimer
  2. L'aveanno fatto intenzionalmente! Povero coniglio!

    RépondreSupprimer
  3. Un'amica per premiare il figlioletto promosso gli ha regalato una specie di console videogame portatile. Ora si lamenta che il figlio è sempre attaccato a quell'oggetto infernale.
    Più o meno la stessa storia che racconti ma senza conigli.

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. ecco, la console la vedrei bene saltare giù dal balcone...

      Supprimer
  4. Oddio. Orrore.
    Che non si sa perchè si debbano fare regali per la promozione...magari si festeggia assieme, con una bella gita, un pic-nic, del tempo che mamma e papà regalano (finalmente) ai loro bambini...

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. in effetti questa lettura della faccenda non l'avevo pensata... l'animaletto come sostituto dell'affetto-tempo dei genitori. Il coniglio al posto della gita, questa cosa è recente perchè nelle mie memorie di paese non esisteva che si regalassero animali per la promozione. Certo c'erano i conigli nella stalla, ma erano lì per altri usi.

      Supprimer
  5. coglioni e assassini...

    p.s.:non sono animalista, preciso e sottolineo, ma quanno ce vò ce vò!

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. mah tutto questo avviene con una 'leggerezza' che mi inorridisce... tipo l'abitudine di prendere un pesce rosso o una tartaruga d'acqua. Mi chiedo l'utilità didattica di tutto questo.

      Supprimer