dimanche 1 avril 2018

Mi coglie vaghezza... ma poi vaffanculo!

Dunque questa ve la devo raccontare, perché nel delirio delle cose scoperte, è la più grossa in assoluto.

Il Comune della mia città, dietro precisa richiesta, accetta di finanziare l'acquisto di un motocarro, che servirà a trasportare ramaglie ed altre frasche verso la discarica, prodotte dal lavoro dei volontari della onlus di cui ero socio.
Costo stimato: 10.000 euro, debitamente versati su un conto bancario intestato all'associazione e aperto appositamente per l'evento.
Prima la 'contabilità' girava su una postepay intestata al presidente.
A breve giro si provvede all'acquisto, ma di un modello meno costoso, 7.000 euro; con il disavanzo vengono pagati bollo ed assicurazione (mossa previdente) e benzina.

Il mezzo viene ricoverato in un garage del Comune (gratis), al chiuso, ed è usato una volta al mese per trasportare i materiali in discarica come da copione; una decina di chilometri tra andata e ritorno, visto che la zona di lavoro dell'associazione è prossima al centro di raccolta ingombranti.

Dopo nemmeno tre anni di questa solfa (quindi 30 utilizzi circa) l'associazione decide che il mezzo costa in benzina e non è più utile e quindi lo vende, ad un prezzo che non è dato sapere perché la documentazione relativa è andata smarrita dal tesoriere, che guarda caso è anche l'ex presidente di tre anni prima, e pure l'unico utilizzatore del motocarro, e diventa anche acquirente dell'usato garantito.

Ora ci vuole molto poco a fare illazioni su tutta questa procedura, non fosse altro per la sparizione della documentazione, preventivi, estratti conto, libretto di vettura, versamenti e prelievi. Tutto comodamente irreperibile grazie ad un magheggio che vede la stessa persona ricoprire tutti i ruoli disponibili.

Ho provato a parlarne con alcuni, ma dei soci di allora (quattro anni fa) non c'è più nessuno, tutti convolati ad altre associazioni; che strano eh? Quelli nuovi non sanno e/o non vogliono sapere, i più babbei addirittura giustificano senza controllare: ma figurati, cosa vai a pensare. Esibendo un fastidiosissimo prosciutto sugli occhi.

Pur invocando tutta la buonafede di cui dispongo, io la puzza d'imbroglio la sento, e poco importa se alla fine l'unico coglionato è stato il Comune, che ha pagato un motocarro diecimila euro, praticamente regalandolo a questo tizio; è l'atteggiamento che non mi piace, ha il sapore dell'arroganza, di mafietta da baracconi, modi che rivelano una (non)cultura meschina, che fa ben poco sperare per il futuro. La classica tortina all'italiana.

Risultato? abbandono immediato dell'associazione, nausea => saluti e baci, e alcuni ancora non hanno capito il perché, si interrogano, anche dopo la spiega! Desolante.

7 commentaires:

  1. bè, per chiudere il cerchio il signor Tuttiiruoli dovrebbe candidarsi sindaco alle prossime elezioni
    massimolegnani
    (orearovescio.wp)

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. è (o meglio era) nel consiglio di circoscrizione... tanto per dirti che gente circola(va) da queste parti.

      Supprimer
  2. Io la vedo una cosa molto grave, non so cosa suggerirti, però come minimo perseguirei nello sputtansmento!

    RépondreSupprimer
  3. Scusa la caduta di stile, ma almeno ricordando ai disonesti la loro colpa, qualche fastidio gli si crea!

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. guarda, viviamo in Italia, il furbetto è visto con ammirazione, e poi tolta la tosse della pulce, la mia voce resterebbe lettera morta. Quindi aria nuova.

      Supprimer
  4. Non posso crederci.
    Ma nessuno chiede documenti, attestazioni, carte?

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. Penso che avendo le giuste 'maniglie' tutto questo possa essere evitato.

      Supprimer