dimanche 4 février 2018

"shithole countries"

Dice così Trump, paesi di merda... riferendosi ai paesi latino americani: Basta immigrati da Haiti, meglio quelli dalla Norvegia. Comodo vero?

Tuttavia un merito va riconosciuto, Trump non è ipocrita, e penso (temo) che le sue spontaneità siano la voce della maggioranza degli statunitensi. E' sbagliato? non saprei. Poi è risaputo, dai paesi in difficoltà le persone emigrano, se poi queste difficoltà sono state causate dalle interferenze statunitensi, è un altro discorso.

A questo punto mi sono chiesto: ma cosa ci aspettiamo da un Capo di Stato? Che rappresenti la Nazione! ovvio.

Immaginate che Mozzarella Mattarella se ne esca dicendo: ci sono paesi buchi di culo, come quelli dell'Africa, basta immigrati da questi paesi, meglio dalla Svizzera.

Se questo pensiero rappresentasse la maggioranza degli italiani cosa succederebbe? Vorremmo saperlo comunque oppure sarebbe più comodo proseguire dicendo che vogliamo accogliere ed aiutare e bla bla bla, ma poi di fatto fare poco o nulla e specularci sopra con le cooperative?

Insomma cos'è preferibile sentir dire da un Capo di Stato, una bella ipocrisia, comoda come una coperta da usare sul divano o la spinosa verità che sveglia le belle addormentate della politica?

Perché diciamolo, anche in Italia ci sono regioni Buco di Culo, dove ogni iniziativa abortisce sul nascere, dove i soldi spariscono e la legalità latita. Regioni dove l'unica possibilità per vivere meglio è andarsene.

Se le istituzioni lo riconoscessero cambierebbe qualcosa?

Secondo me prendere coscienza di abitare in un paese buco di culo è importante, è un primo passo verso il cambiamento, perché se proseguiamo a scoreggiare bei pensieri sull'orgoglio nazionale ad ogni partita vinta, non andiamo molto lontano.

6 commentaires:

  1. che poi dipende dai punti di vista.
    in ogni caso, oggettivamente parlando, gli usa a loro modo sono fatti della stessa sostanza se non peggio e in più sono arroganti.
    un capo di stato dovrebbe (a mio avviso) eccellere nell'arte di mediare senza né troppa ipocrisia, né troppa crudezza.
    poi dipende da quanto potere gli assegna il proprio paese, nel nostro caso è un incarico di prestigio ma poco influente, nel caso di russia, usa e cina (ma anche francia, corea ecc) le cose sono diverse e se arriva un cerebro leso son dolori...

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. pensa se tutti i paesi confinanti definissero gli Usa paese di merdoni!

      Supprimer
  2. Certo che è meglio la spinosa verità...ma detto questo, non è ammissibile che un capo di stato definisca "di merda" un suo paese...

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. sai cosa... provando a guardare oltre, a me viene in mente la favoletta che raccontavano ai conquistadores, cioè che gli indios non avevano anima (quindi potevano essere sopraffatti).
      Qui ci vedo la stessa valenza, additarli inferiori per arrogarsi un qualche diritto e uscirne con la coscienza pulita...

      Supprimer
  3. E quello che gli spezzini dicono dei genovesi?

    RépondreSupprimer