dimanche 11 février 2018

Ho bisogno del vostro aiuto

Dunque... c'è questa associazione di promozione sociale che...

"...si rivolge ad un ampio pubblico con manifestazioni intellettuali quali i dibattiti, l'arte, le riflessioni, la musica, la storia, la tradizione, l'innovazione che permettono di crescere nello sviluppo della conoscenza".

Parole del loro volantino, testuali... leggendole ho avvertito una nota stonata, però non la individuo esattamente, ma tutta la sintassi della frase scricchiola e mi suona strana. A voi no?

Oltre questo c'è la presentazione ad un'incontro presso la loro sede, incontro a pagamento ovvio, aperitivo e presentazione, il volantino recita così:

"Una delle professioni che si possono svolgere è quella dell'incisore a Bulino un professionista che esercita un lavoro con un utensile molto antico e oggi decisamente di nicchia. Ma di che cosa si occupa in particolare un incisore a Bulino? Quali sono i requisiti personali richiesti a coloro che svolgono questa professione e qual è il percorso di studi specifici per abbracciare questo mestiere?
L'occhio e la mano; non solamente come mezzo per arrivare alla perfetta pratica del disegno, ma anche come possibilità di esecuzione.

Questo incontro per mettere un po' d'ordine tra le idee confuse che aleggiano intorno all'artistica figura dell'incisore."

Anche qui c'è qualcosa che non mi torna, ma non riesco a capire cosa, sarà l'uso di certi termini, com'è costruita la frase, eppure non è sgrammaticata, tuttavia non mi piace, e mi chiedo perché; saranno mica le 'zuffe di parole' come le definisce Sabina K.?

20 commentaires:

  1. Sì, non ci sono strafalcioni, è proprio la costruzione della frase che suona male. Nella prima, per esempio, io avrei cambiato l'ordine e aggiunto una virgola:

    "...si rivolge ad un ampio pubblico con manifestazioni intellettuali che permettono di crescere nello sviluppo della conoscenza, quali i dibattiti, l'arte, le riflessioni, la musica, la storia, la tradizione, l'innovazione".

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. manifestazioni intellettuali mi suona così ridicolo... poi uno che mi dice: la storia è una manifestazione intellettuale mi viene da fargli una pernacchia

      Supprimer
  2. via gli articoli dal primo paragrafo: 'si rivolge ad un ampio pubblico con manifestazioni intellettuali e dibattiti su arte, ecc,ecc' e dopo... un grosso interrogativo sulla popolarità della patologia da ansia per mancanza di informazioni e conoscenze sul bulino... maddai...!!

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. eh... io non ci dormo alla notte da tanto sono confuso sull'uso del bUlino :P

      Supprimer
  3. quello che soprattutto disturba è quell'odore di aria fritta.
    massimolegnani

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. ecco aria fritta, non ho seguito l'incontro ma l'impressione è quella, poco da dire e tanti paroloni

      Supprimer
  4. Pensavo parlassero di filosofia teoretica. Invece era un Bulino. Ma che è 'sto coso?

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. un attrezzo per incidere le lastre da stampa... una manifestazione intellettuale insomma :/

      Supprimer
    2. Però sembra divertente. Dovrei imparare.

      Supprimer
  5. La prima parte è folle, linguisticamente folle: rivolgersi alle persone con manifestazioni intellettuali mi fa pensare alle vecchie storie di quelli che se ne andavano per parchi e poi aprivano l'impermeabile e zac!...mo' se dice manifestazione intellettuale...seeeeeeeeeeeee!
    Nel resto del testo tutta la costruzione è scombinata: il soggetto cambia o manca, le frasi sono costruite ognuna per proprio conto, svincolate dal resto e messe insieme come tessere di un puzzle impazzito.
    Ma il bulino no! quello lo devono lasciar perdere: chissà come l'avranno usato (male) per scrivere una schifezza così!
    Altro che zuffe, queste sono scazzottate di parole!

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. ecco :( e io che speravo di crescere nello sviluppo della conoscenza

      Supprimer
    2. ...dai, Pier, lascia perdere, conviene di più crescere nella conoscenza, piuttosto che nello sviluppo: lo sviluppo, si sa, è roba da pubertà!
      p.s.: ma chissà che tipi saranno, io per curiosità, una volta sola, ci andrei a parlare...

      Supprimer
    3. ci sono andato a conoscerli... gli ho anche proposto una collaborazione. Anche se già me ne sto pentendo.

      Supprimer
  6. Ma anche il tono, fra il serio e il faceto, mi piace poco...

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. e anche loro (incontrati) poco o nulla simpatici, quasi snob!

      Supprimer
  7. Va beh, se non è eccessivamente caro, io andrei. Credo che avvicinare la tecnica del bulino non capiti tutti i giorni.

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. l'incontro è stato interessante perché il tizio che lo faceva sapeva il fatto suo essendo docente all'accademia... tuttavia potevano presentarlo meglio, eravamo in 4 gatti.

      Supprimer
    2. Certo,promuovere gli incontri culturali così....

      Supprimer