dimanche 9 juillet 2017

Terra in vista

La notizia è uscita a fine febbraio, ed è stata subito etichettata come “clamorosa scoperta” a riprova che il mondo dell'informazione è popolato da babbei di levatura universale; sarà anche per questo che l'ho sfangata, per quel je-ne-sais-pas-quoi che mi porta tendenzialmente ad evitare proprio le notizie clamorose, e di esempi potrei farne a pacchi; un giorno farò una lista di titoli presi dal web, per il solo gusto di postare qualcosa di ridicolo per il vostro divertimento.

Dunque non sono un astronomo, mi son detto, e nemmeno un'astronauta, quindi sapere che ci sono pianeti simili alla Terra, lì, in giro nello spazio infinito, non mi riguarda, non mi fa ne caldo ne freddo, anche perché i pianeti papabili e pappabili, si trovano a 40 anni luce di distanza, non proprio dietro l'angolo.

Tuttavia un pensiero trasversale sono riuscito a farlo, supponiamo per assurdo che la Terra sia stata creata da dio, come dicono alcuni, e l'uomo pure e la donna dalla sua costola e bla bla bla … robe che l'evoluzionismo ci fa una pippa, adesso come la mettiamo? Voglio dire, e se dio avesse creato la Terra e un'altra decina (almeno) di altri pianeti simili al nostro, ma anche diversi ma comunque abitati da esseri viventi, tutti abitati da arroganti progenitori egoreferenziati, che si fa?

E' chiaro che la questione dell'anima, della razza superiore, del popolo eletto da dio, non regge più.
Lui è dio, può fare quello che vuole, creare pianeti a ripetizione, magari anche in questo momento ne sta creando uno, gemello al nostro, meglio della Terra, perché si è talmente scocciato della Terra che ne sta creando altri, proprio ora, c'è un paradiso terrestre nuovo nuovo, un altro Adamo, un'altra Eva e via che si ricomincia, dio li crea e poi ciao ciao, lì molla lì a girare nello spazio infinito, forse nemmeno si ricorda di quanti ne ha creati. Ma che importa Lui è dio. A questo punto se c'è qualcuno che dovrebbe chiedersi: e adesso come me la giro? Sono proprio i cattopreti, ed a seguire tutte le altre dottrine basate sull'esclusiva all'essere umano.

Che già insistere sul geocentrismo gli aveva fatto perdere un sacco di like... forse se la possono ancora giocare con il franchising.


8 commentaires:

  1. divertente l'idea di un creatore (comprensibilmente) insoddisfatto delle sue opere che impesta l'universo di tentativi mal riusciti alla ricerca del capolavoro!

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. eh anche lui avrà qualcuno che di notte gli si rotola sui fagiolini... e gli scombina i pianeti

      Supprimer
  2. Mi pare che Anassimandro dicesse che non ci si salva dalla maledizione dell'essere.

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. Anassimandro? non conosco.. ora cerco un po'.. che pare uno che di cose così ci chiappava...

      Supprimer
  3. Aaaaaah...il franchising!!! Ho riso molto.
    Tipo che lui lancia il marchio e poi se ti metti d'accordo puoi dar vita al tuo pianeta. E' credibile.
    Ci farei un videogioco...

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. ma tu ci pensi? un pianeta gemello al nostro, con un'altra Teacher Pop che sa a memoria i nomi dei sette nani?

      Supprimer
  4. azz! certo che un dio creatore compulsivo proprio non ci voleva!
    Pensa quanti casini in ogni nuovo mondo creato, perché poi, diciamocelo, non è che gli vengan fuori benissimo sti esperimenti!

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. bhe dai in 2000 anni al minimo, anche un solo pianeta all'anno, son già 2000.. che dicono impieghi solo una settimana a farli... se poi conti che è sempre esistito... spero per lui che abbia una lista... :P

      Supprimer