dimanche 23 juillet 2017

Sulle novità e sui cambiamenti

Allora... l'altro giorno mentre girellavo per il web ho trovato questa piccola lista sul panico da innovazione tecnologica che affligge alcune persone, detto anche tecno panico, che suddivide le reazioni in base all'età dei soggetti:

quando nasciamo: tutto quello che troviamo è normale

fra i 15 ed i 35 anni: il nuovo è eccitante, rivoluzionario ed è solo un'opportunità

dopo i 35 anni: tutto quello che viene inventato dopo è contro all'ordine naturale delle cose

Da come veniva spiegata, la cosa è valida dall'invenzione della ruota in poi, ogni epoca ha avuto la sua paturnia; detto ciò, mi metto nell'ultima categoria ed estendo il panico anche al mondo delle innovazioni in generale, escludendo i social, (paura eh!?)... a mio avviso il mondo dei social e FB in particolare, è una grande opportunità per evitarsi delle rogne con le persone. Oramai quasi tutti hanno un profilo da qualche parte, e pubblicano 'contenuti' ovvero quasi tutti ci tengono a far sapere i cazzi loro al mondo, anche quelli che si lamentano di ciò.

Sfruttare la cosa a proprio vantaggio è semplicissimo, anche perché, per il principio dell'imitazione, anche persone tendenzialmente riservate prima o poi vengono attratte dalla possibilità di esibire foto o pensieri, anche semplicemente condividere o finire taggati nei profili di qualche amico, ciò è sufficiente per capire con quale tipo di persona si ha a che fare.

Fine preambolo - inizio aneddoto.

Mentre mi trovavo catapultato in una delle tante messaggerie un-tanto-al-chilo, che raccolgono deliri comuni con la scusa di organizzare una serata in pizzeria tra 15 persone (compresi amici di amici) usando un centinaio di messaggi, incrocio il profilo di uno dei commensali, e... bhe non ci crederete ma la metà delle foto del suo profilo lo ritraevano a torso nudo, (non che non sia un bel vedere), però dico: esibizionismo ed egocentrismo a manetta, ok la palestra però era proprio in fissa.
La cosa già fastidiosa in se era giustificata dall'amicizia con una fotografa in erba, che oltre a riempirlo di like e cuoricini, gli ha consentito di rimpolpare interi album di scatti fantasiosi, e pseudo artistici. Bianco e nero, e tutte le sfumature perseguibili con photoshop.

Ma la chicca vera e propria dovevo ancora scoprirla, infatti il babbeo aveva in un album condiviso (quindi pubblico) alcune foto BN che lo ritraevano in nudo integrale, ma in pose artistiche ovvio, accanto a statue anch'esse nude.

Ora qual'è il problema direte voi, il problema è trovare statue nude a grandezza naturale, roba fatta bene s'intende, cosa mica facile, ma anche trovandole, non è che uno si può mettere nudo... lì, accanto alla statua di Garibaldi. Il problema è stato brillantemente risolto dalle statue del cimitero monumentale, quelle situate nei meandri del boschetto, nelle zone più deserte e dimenticate. 

Anche provando a ragionare nei termini più artistici che riesco a trovare, immaginarmi uno che si spoglia e si mette in posa accanto alle statue... bhe proprio non ce la faccio, è più forte di me. Non tanto per una presunta e sopraggiunta pudicizia, ma proprio per una questione di sanità mentale.

A quel punto la voglia di mangiare una pizza mi era passata completamente, ed ho esteso il mio ribrezzo a tutti i potenziali commensali, perché già mi immaginavo la conversazione: buona la pizza vero? com'è sedersi con il cazzo di fuori sulla statua dell'angelo del silenzio di Monteverde? ma dimmi: pungono il culo gli aghi di cipresso? mi passi la birra grazie.

Decisamente queste innovazioni del costume sono troppo avanti anche per uno che c'è nato.

9 commentaires:

  1. dai... (il solito bacchettone) carina l'idea... ho già trovato la foto per me, ora mi metto in posa e poi via di photoshop!

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. ahahah... io dovevo fare psichiatria... ora sarei ricco :P

      Supprimer
  2. No...ma io non ci posso credere...
    E poi mi lamento di quelli che incrocio io ;D

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. devo... Stare Mesto anzi Staré Město come il quartiere di Praga :) scommetto che una turista pop come te c'è pure stata.

      Supprimer
    2. Cacchio ragazzo...ma tu mi citi e mi riciti 😁
      Per inciso, ovvio che ci sonno stata!

      Supprimer
    3. eh visto!? che è uno stalker a mio confronto? un principiante :P

      Supprimer
  3. Ma a Staglieno? Tipo che uno se ne va in giro ad ammirare le vecchie tombe (come farei io) e si ritrova davanti un pisello al vento? Comunque è bello vedere che, per quanto uno sia vecchio, sia sempre possibile restare sorpresi dall'idiozia umana XD

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. Esatto... vai a portare i fiori alla nonna e ti trovi uno smutandato e una scema coi capelli viola che lo fotografa.
      C'è da dire che in 33.000 metri quadrati di cimitero potrebbero essercene altri così; insomma non ci si annoia!

      Supprimer
  4. Spero ci sia stato qualcuno, tra i visitatori del sito del tizio, che abbia avuto il coraggio di fare un commento appropriato al caso!

    RépondreSupprimer