dimanche 30 avril 2017

Della discrezione et altre faccende

Quando le persone si interessano troppo a ciò che fai, è certo che ti ruberanno l'idea. Questa cosa l'ho imparata a mie spese, quella volta in cui un amico mi chiese cosa stavo facendo ed io, ingenuamente, gli dissi che avevo fatto la selezione per diventare ufficiale censorio, lui schifò la questione, criticando il lavoro, i compensi e un sacco di altre cose, ma poi quando iniziò il corso di formazione me lo ritrovai accanto. Una cosa simile capitò ad un mio collega, era in metropolitana a Londra, e raccontò ad una ex collega di università incontrata per caso, che stava lavorando in un ufficio nella City, lei si mostrò distaccata e disinteressata, ma al lunedì seguente scoprì che non solo la tipa si era presentata per un colloquio nel suo ufficio, ma aveva detto di essere stata mandata da lui. Nulla di male, però son cose che danno fastidio a prescindere.
Questi due episodi mi hanno insegnato che è sempre meglio essere molto vaghi quando si raccontano le proprie attività, ed è anche meglio dare indicazioni fuorvianti, e subdolamente sbagliate, non fosse altro per la soddisfazione di non agevolare il furbetto di turno che non avendo idee o iniziative sue proprie, è assai bravo a usare quelle altrui, scavalcando con un balzo ricerche e fatiche. In certi ambienti di lavoro questa tattica è garanzia di sopravvivenza e pure di promozione.
Così l'altro giorno ho affrontato le domande insistenti di una conoscente, una di quelle che non si fanno sentire per secoli e che te le sei anche dimenticate poi rispuntano e ti fanno il terzo grado, lei incalzava ma io sfuggivo, poi ha esordito con un petulante: ma allora si può sapere cosa fai in questo periodo?
Ho risposto un distratto: mah! mi faccio i cazzi miei, e tu?
Si è risentita ... ma io trovo sia una bella risposta, da usare spesso, le occasioni non mancano mai.

6 commentaires:

  1. quindi se ti chiedo cos'è e cosa fa un ufficiale censorio mi mandi a stendere...

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. Eheh si occupa, o meglio si occupava, della gestione dei censimenti decennali della popolazione, dati, schede, controlli e compilazione, etc

      Supprimer
    2. grazie, mi aspettavo una risposta tipo: "uno che si fa i cazzi suoi":)

      Supprimer
  2. Ai petulanti spettano sempre risposte decise, di quelle che gli tappano la bocca e gli troncano senza pietà la replica!

    RépondreSupprimer