dimanche 7 février 2016

Il metodo Morelli

L'intuizione di Morelli è semplice e geniale al contempo, ovvero scovare i falsi d'autore concentrandosi sull'analisi dei dettagli, perché sono i dettagli che parlano dell'artista, particolari marginali che vengono dipinti in modo quasi automatico e che sino a prima di lui sfuggivano o non venivano minimamente considerati dagli studiosi d'arte. Per questo motivo Morelli riusciva a scovare un Raffaello fasullo andando a controllare il taglio delle unghie dei personaggi comprimari. L'analisi del dettaglio è affascinante e da sempre rappresenta il campo d'indagine dei veri detective, sarà anche per questo che ci sballo quando Grissom di CSI inchioda il serial killer scovandone il DNA nel risvolto del tavolo su cui ha bevuto una limonata prima di andarsene dalla scena del crimine.
L'ossessione per i dettagli pare tipica degli artisti, Michelangelo dichiarava con fermezza: sono i dettagli che fanno la perfezione, e la perfezione non è un dettaglio. Un genio.
Questa affermazione l'ho sempre sottovalutata, sino al giorno in cui capitai alla Laurenziana.
Edotto da questa scoperta di Morelli, senza poterla applicare all'arte, ho deciso di sfruttarla per studiare il comportamento delle persone, decidendo che i 'miei dettagli' siano quei comportamenti ed atteggiamenti adottati dalle persone quando non devono recitare una parte, quando non si sentono osservate. Così mi sono scatenato nelle mie ricerche, spiando i movimenti a tavola dei commensali, il modo di sedersi quando salgono in auto, di aprire un cassonetto per buttare la spazzatura, e tutte quelle operazioni che le persone fanno in modo automatico, senza riflettere troppo sull'azione, quando hanno fretta e non c'è tempo per atteggiarsi.
L'indicatore più interessante che ho trovato, che è anche il più facile da notare, è il modo di camminare; alcuni passeggiano come se prendessero a calci un pallone immaginario, buttando i piedi in avanti in modo disordinato, altri camminano con cura, come se percorressero una passerella, altri ancora trascinano le scarpe con inutile neghittosità, oppure marciano sicuri scandendo lo spazio come dei piccoli soldati che hanno perduto il loro plotone.
Questo primo assaggio di analisi Morelliana potrebbe già dire molto sul carattere delle persone, devo tuttavia compilare delle tabelle per capire se chi cammina in un certo modo ha delle caratteristiche specifiche che si riscontrano in tutti quelli che camminano a quel modo. Ma da solo non basta e temo che dovrò costruire vere e proprie tabelle comparative che prendano in considerazione molti altri elementi quali: il modo di toccare gli oggetti, e più in generale la gestualità, il modo di sedersi sulle sedie, il modo di portare il cibo alla bocca e masticarlo, il modo di bere, e chiaramente il modo di fare sesso. Quest'ultima osservazione da sola vale più di tutte le altre, ma essendo possibile solo con una sperimentazione personale è anche la più complicata da portare a termine. Il campo di analisi è talmente vasto che mi terrà occupato per molto tempo, sia nello studio di soggetti noti che in quello di sconosciuti. Basterà affacciarsi alla finestra per avere materiale di indagine, e sicuramente non ci sarà da annoiarsi.

8 commentaires:

  1. Per il vocabolo "neghittosità" (ma non solo...è un testo BELLISSIMO!)questo post si prende il primo premio. Di che cosa? Non saprei. Ma è comunque il primo :)
    P.s. credo troveresti parecchi ricercatori volontari rispetto alla raccolta dati (specie relativamente all'item "modo di fare sesso") ;) Altrimenti, se ricerchi troppo, ti sciupi.

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. quanto mi piace quel vocabolo, quasi onomatopeico :)
      primo premio? ok preso !!!
      lo metto lì da parte per quei post sciacquati che ogni tanto mi arrivano lì e li pubblico senza troppi se e ma.

      Supprimer
  2. ... ahhahah ogni pretesto è buono per farsi un'idea 'critica' sul prossimo:))

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. eccola qui! potrebbero anche essere critiche positive, ma son rare. per esempio ieri ho scoperto che il mio vicino di sopra fuma alla finestra e caccia le cicche in strada con una bicellata mi chiedevo che cosa pensare di un babbeo simile, poi ho risolto che gli metterò un paio di cicche nella posta

      Supprimer
    2. ahhhh.... 300 euro a cicca... lo ricatterei, te ne da la metà e non lo denunci...

      Supprimer
    3. ah è vero che è passata la legge ... sarebbe da far beccare da qualche vigile se non lo facesse di notte

      Supprimer
  3. Ho fatto di recente qualcosa di analogo, ma con metodo empirico.

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. uh caspita! devi scriverci qualcosa perchè ora sono curioso di sapere delle tue osservazioni :)

      Supprimer