dimanche 26 juillet 2015

Pianeta Kepler 452-b, scoperto l'esopianeta più simile alla Terra

Ora sui media, c'è questa faccenda del pianeta simile alla Terra, ma dove, dove, dov'è? Lì dietro l'angolo, a soli 1480 anni luce e qualcosa, praticamente è in culo all'universo; ma pare che si sappiano già un sacco di cose utilissime, tipo che l'anno solare dura venti giorni in più del nostro, che c'è acqua, ci sono terre emerse sia a nord che a sud, ed altre faccende del genere. L'utilità effettiva di questa scoperta mi sfugge, anche perché sul sito della Nasa hanno un elenco lunghissimo di esopianeti. E' che sentir almanaccare cose e pensieri su un pianeta sperso nell'universo mi interessa tanto quanto sapere della storia delle apparizioni di Maria-Vergine; così come resto piuttosto algido alla formulazione dei tanti farei, andrei, proverei, che affollano le pagine dei giornali … illazioni che si sprecano in questi casi, utili solo a far viaggiare la fantasia, con suggestioni nemmeno troppo sofisticate. I giornalisti sono bravissimi a sparare minchiate prive di qualsiasi fondamento, al pari dei politici, degli opinionisti e di tutte quelle categorie che non sapendo un cazzo di niente si sentono legittimate a dire qualcosa su tutto, anche quando non è richiesto e soprattutto con la sicumera del saggio. Se una forma di vita intelligente c'è su quel pianeta, ha la fortuna che con le nostre conoscenze attuali non riusciremo mai a raggiungerli; perché anche se sono passati 500 anni, l'idea con cui l'essere umano valuta un possibile nuovo pianeta a portata di astronave è la stessa che ha portato i conquistadores nel nuovo mondo. Quindi a meno che gli abitanti non siano dei cazzutissimi omini verdi che non vedono l'ora di mangiarsi arrosto i terrestri, consiglierei loro di sfanculare qualsiasi messaggio, o tentativo di contatto e se possibile attrezzarsi con qualche tipo di raggio laser (di un colore a scelta) utile a disintegrare eventuali sonde o navicelle terrestri che si avvicinino troppo.

3 commentaires:

  1. sta storia della distanza in anni luce l'ho un po' confusa nella mente... però immagino che se sono 1480 anni indietro rispetto alla terra siano al nostro medio evo, quindi se partiamo adesso arriviamo la e troviamo esattamente quel che abbiamo lasciato qui e se invece sono avanti, essendoci cugini, si sono sicuramente estinti.
    morale: tanto vale restare su questo pianeta, tanto si finisce tutti a fare da mangime ai buchi neri.

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. dicono che il pianeta è di un miliardo di anni più vecchio della Terra, non saprei a questo punto in base a quale parametro, visto che continuano a fare paragoni con qualcosa che conoscono per aver visto una macchia nel telescopio, quindi altro che fase avanzata ... anche supponendo che siano simili le due civiltà saremmo comunque fuori sincrono. che poi magari è da dove siamo arrivati ... mica possiamo tornare indietro :)

      Supprimer
    2. ahhh, allora tra 1480 anni arriviamo la per vedere il nulla che ci sarà qui tra un miliardo di anni... figo...
      anche se... forse, come dici, siamo qui dopo 1480 di viaggio a vedere come eravamo pirla un miliardo di anni prima... figo...

      Supprimer